News

News

sabato
1 Ottobre
More

    Porsche, BMW e Volkswagen: fermata la produzione a causa del conflitto tra Russia e Ucraina

    Pubblicato in:

    Il conflitto tra Russia ed Ucraina crea problemi anche nel mondo dell’automotive (come se i video che ogni giorno stiamo vedendo ai telegiornali e sui social network non bastassero). Proprio nelle ultime ore, abbiamo appreso di Porsche e Volkswagen che hanno dovuto interrompere la produzione di alcuni modelli a causa di quanto sta accadendo negli ultimi giorni. I motivi sono principalmente diversi. Nel caso di Porsche, la produzione è stata fermata proprio a Lipsia a causa dei cablaggi che arrivano dall’Ucraina.

    La fabbrica è stata costretta a sospendere la produzione da mercoledì pomeriggio fino alla fine della prossima settimana, sempre se non si protrae questa situazione anche oltre. La notizia è stata confermata da un portavoce Porsche tramite una e-mail mandata al portale Automotive News Europe. I modelli coinvolti dallo stop sono principalmente la Macan e la Panamera. Nella fabbrica di Zuffenhausen, dove si assemblano le 911 e le Taycan, invece, la produzione continua regolarmente almeno per questa settimana. La situazione verrà analizzata costantemente nei prossimi giorni e settimane, quindi non si trascurano al momento le possibilità di dover fermare altre catene di montaggio in giro per l’Europa e anche al di fuori di essa.

    Gli interni della Porsche Panamera
    Gli interni della Porsche Panamera

    Porsche, Volkswagen e Nissan: problemi a causa della Russia

    Porsche, insieme ai marchi del gruppo Volkswagen, incluso Skoda, ha acquistato i cablaggi dall’Ucraina occidentale. BMW anche utilizza cablaggi prodotti in Ucraina. Le forniture sono state interrotte dall’invasione russa. “Il Gruppo Volkswagen sta esaminando la situazione in Ucraina con grande preoccupazione e costernazione“, ha affermato Porsche. Il conflitto durato una settimana ha già provocato gravi danni all’industria automobilistica in Europa. Oltre all’approvvigionamento, ci sono problemi anche sulle consegne.

    Porsche Panamera
    Porsche Panamera

    La BMW ha affermato che sta sospendendo la produzione nei suoi stabilimenti in Germania e in altri paesi europei a causa di colli di bottiglia nella fornitura. Volkswagen ha avvertito che potrebbe dover interrompere la produzione nel suo stabilimento di Wolfsburg nella settimana del 14 marzo mentre la crisi della catena di approvvigionamento continua. Le case automobilistiche, tra cui Jaguar Land Rover e Aston Martin, hanno interrotto le spedizioni di veicoli in Russia poiché le sanzioni creano ostacoli al commercio. Ford ha sospeso le operazioni con la Russia.

    Volkswagen interrompe la produzione in Russia

    Volkswagen ha interrotto la produzione delle proprie auto in Russia. Ha anche annunciato uno stop immediato delle esportazioni verso il Paese che ha invaso l’Ucraina. Quest’ultima notizia è stata confermata proprio mentre l’istituto economico DIHK rende noto che 250 mila posti di lavoro a tempo pieno, nella repubblica federale tedesca, dipendono dalle esportazioni in Russia.

    Produzione Volkswagen fermata in Russia a causa del conflitto tra Russia ed Ucraina
    Produzione Volkswagen fermata in Russia a causa del conflitto tra Russia ed Ucraina

    Chiaramente tutto ciò avrà una forte influenza sul fatturato delle aziende, anche quelle più grandi al mondo. La Russia rappresenta un’importante fetta di mercato e, come già anticipato qualche riga sopra, molti posti di lavoro dipendono proprio dalle esportazioni dei vari modelli nel mercato russo. La speranza è che quanto sta succedendo ormai da una settimana possa, in qualche modo, arrestarsi il prima possibile. Più avanti si andrà, e maggiore sarà il numero di fabbriche obbligate a fermare la produzione per mancanza di approvvigionamento.

    Per ora, non è probabile che ci sia una carenza di forniture dei modelli presso i concessionari, ma la situazione sta cambiando rapidamente. Se il conflitto dovesse continuare, non c’è dubbio che i concessionari di tutto il mondo dovranno affrontare la diminuzione delle nuove scorte di veicoli. Non ci resta che aspettare i prossimi giorni, visto che al momento sono in atto le trattative al banco tra le due nazioni nella speranza che le acque si possano calmare.

    L’articolo Porsche, BMW e Volkswagen: fermata la produzione a causa del conflitto tra Russia e Ucraina è stato scritto su: Vehicle CuE | Close-up Engineering.

    Seguici su

    Ultim'ora

    Altri articoli

    Nord Stream, scoperta la quarta perdita dal gasdotto

    La Guarda Costiera svedese ha individuato una nuova fuga di gas dalle condutture del gasdotto Nord Stream....

    New York Times: smart working ostacola il rientro in...

    Succede a New York: 1316 giornalisti della nota redazione del New York Times hanno espresso il loro...

    Chi sono state le donne più importanti della politica...

    Quando si parla di politica, spesso e forse giustamente, si pensa ad un mondo prettamente maschile, ma...

    Tassi di interesse: la BCE prevede nuovi rialzi

    In seguito all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, l’economia della zona euro si trova ad affrontare una...

    Elezioni 2022, e adesso cosa succede?

    La destra è di nuovo al potere ed era dal 2011 che non ritornava a Palazzo Chigi....

    Investire nel settore immobiliare con bassi capitali: come farlo...

    Il business degli immobili è sempre stato redditizio per imprenditori e investitori grazie ad un rendimento elevato...